Heavy Clay

Azarakhsh sceglie la preparazione a secco di Manfredini e Schianchi

05/12/2017

L’azienda iraniana Azarakhsh International Refractory Brick Manufacturer Group, conosciuta e apprezzata per la produzione di mattoni a basso assorbimento e alta resistenza meccanica, tipo paver e faccia a vista, ha richiesto Manfredini e Schianchi la fornitura di un impianto per la preparazione a secco delle materie prime.

Il sistema, installato presso la nuova fabbrica situata nella città di Qom, vicino alla storica sede di Azarakhsh, andrà ad alimentare la linea per la produzione di mattoncini faccia a vista (strip bricks).

L’impianto fornito ha una capacità di circa 40 ton/ora ed è composto principalmente da due mulini a martelli (P.I.G-MAXIHD) dotati di doppie griglie per ottenere un prodotto già con il 60% di materiale fine; a questi si aggiungono quattro vagli (MS265) ad altro rendimento, completi dei sistemi di autopulizia e apertura automatica, oltre a due impianti di granulazione Madirex con sistema automatico per il controllo della portata in alimentazione e con gestione automatica dell’umidità (tramite il misuratore DMS). A completamento della fornitura anche due sistemi di alimentazione, dosaggio e selezionatura (MS930).

Il nuovo stabilimento, che entrerà in funzione a pieno regime entro la fine dell’anno, avrà una capacità produttiva di 140mila pezzi al giorno (pari a 85 tonnellate), con la possibilità di gestire picchi fino ad un massimo di 100 tonnellate giornaliere.

Per Manfredini e Schianchi, presente in Iran da oltre 20 anni, si tratta di un’altra importante referenza in un aera prevista in forte espansione nel settore dei materiali da costruzione di alta qualità.

tags