Whiteware
GSI: Meno consumi ed emissioni col nuovo forno Sacmi-Riedhammer
23/03/2016

Rispetto ai tradizionali forni shuttle per la cottura di ceramica sanitaria, il nuovo forno Sacmi-Riedhammer installato da Gruppo Sanitari Italia (Gallese, Viterbo) consente di risparmiare fino a 13.620 tonnellate l’anno di emissioni di CO2.

Un risultato ottenuto garantendo l’ottimale qualità delle produzioni, grazie ad una temperatura interna al forno particolarmente uniforme (+/- 5 °C di variazione di temperatura durante la permanenza nella camera di cottura) e un consumo ridotto a 1.200 kcal per ogni kg di prodotto cotto.

Per GSI (Gruppo Sanitari Italia) l’investimento è finalizzato a consolidare ed accrescere la posizione di leadership nel settore italiano della ceramica sanitaria. Il nuovo forno shuttle - modello HWSD 15/500/100-G - è dotato di bruciatori REKO e si caratterizza per un volume utile di cottura pari a 75 metri cubi, corrispondenti a 10+10 carrelli in cui possono essere caricati diversi manufatti di ceramica sanitaria, con massima flessibilità (dal fine fire clay agli articoli particolarmente grandi e complessi), per un’altezza utile della macchina pari a 1.000 mm.

Dotato dell’innovativo bruciatore PL9 ECO della gamma REKO, il sistema assicura la massima efficienza sia in termini di qualità e produttività, che di riduzione del consumo di energia e delle relative emissioni.

In particolare, i bruciatori REKO - associati con l’innovativa tecnologia di preriscaldo dell’aria e del gas nella camera di combustione - garantiscono la migliore uniformità di temperature all’interno del tunnel, con cicli altamente flessibili e risparmi di energia ed emissioni capaci di fare la differenza in termini di competitività ed efficienza dell’intera linea produttiva.

A completare il quadro, l’integrazione della macchina termica con i sistemi automatizzati per il carico e la movimentazione del prodotto, progettati da Sacmi per ridurre gli ingombri e, al tempo stesso, incrementare l’efficienza logistica dell’impianto.

tags