Whiteware
Setec archivia un 2015 in forte crescita
09/03/2016

Il "risveglio" del settore stoviglieria in Estremo Oriente, una maggiore domanda di tecnologie per sanitari in Far East, il consolidamento dei mercati storici in Nord Africa, Centro e Sud America: sono questi gli elementi favorevoli che hanno consentito al Gruppo Setec di Civita Castellana di chiudere l’esercizio 2015 con un incremento dell’attività pari a circa il 30%.

Previsioni ancora più incoraggianti vengono per il 2016, grazie ad un portafoglio ordini in ulteriore forte crescita. Per il gruppo guidato da Domenico Fortuna - a cui fanno capo i marchi Setec, Ipeg, Vicentini e la filiale Setec Messico – il comparto dei sanitari rappresenta ancora il core business da cui deriva oltre l’80% del giro d’affari, con referenze prestigiose tra i maggiori gruppi mondiali, tra cui Kohler, Corona, Deca, American Standard, Toto e Villeroy Boch.

Tratto caratterizzante del gruppo è un know how largamente riconosciuto sul mercato mondiale relativamente agli aspetti tecnologici dei processi produttivi, dalla preparazione degli impasti, al colaggio tradizionale, alla smaltatura robotizzata fino, più recentemente, alla cottura dei prodotti ceramici.

In questo segmento, oltre ad operare già con il marchio Ipeg, a fine gennaio Setec ha concluso l’acquisizione della Coeltunnel Srl, da alcuni anni di proprietà di Sait e gruppo Nexus (Civita Castellana).

Azienda storica, Coeltunnel si è distinta nel segmento dei forni a tunnel e intermittenti per laterizi, sanitari e stoviglieria, dove, nei suoi 40 anni di attività, ha istallato circa un centinaio di forni.

La sua elevata capacità progettuale e le tecnologie innovative sviluppate negli anni vanno ora ad arricchire ulteriormente il know how del Gruppo Setec che accorperà tutta l’attività inerente gli impianti termici nei due marchi Ipeg (forni a rulli) e Coeltunnel (forni intermittenti e a tunnel). 

tags