Spotlight

Applicazioni digitali a getto di inchiostro con basso tenore di composti organici volatili (VOC)

22/01/2018

Prodotti più ricercati, naturali e ricchi richiedono tecnologie più avanzate. Da una parte continua lo studio delle tecnologie per le grandi e grandissime lastre e dall'altra parte le aziende si muovono verso le nuove tecniche di stampa digitale che con l'utilizzo di testine più sofisticate e "ad alto scarico" rispondono alla ricerca di produrre materiali innovativi più vicini all'effetto naturale, dando sempre più importanza al tema della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente.

Oggi le testine per decoratrici digitali hanno aumentato considerevolmente le capacità di scarico inchiostro permettendo di depositare nelle normali condizioni di produzione da 90 fino a un massimo di 180g/m2 con un’applicazione singola. Alcune testine con queste caratteristiche sono per esempio Dimatix HF e PQRL, Xaar 2001+, Kyocera KJ4C 0306.

Queste testine necessitano di inchiostri che rispondono alle seguenti necessità, quali:

  • Compatibilità dei solventi utilizzati con l’acqua
  • Maggior spessore dello strato applicato
  • Maggior grado di copertura della superficie decorata
  • Tempo di essiccazione
  • Aspetti ambientali: livello di emissioni, problemi olfattivi.

Il reparto R&D di Ferro, per rispondere a queste esigenze produttive ha sviluppato 2 serie di inchiostri.

DG Inks (Decoration and Glaze Inks), basata su solventi polari compatibili con l’acqua, comprende sia inchiostri colorati che inchiostri per decorazione e smaltatura che rispondono in modo soddisfacente ai requisiti precedentemente elencati e sono compatibili con tutte le testine attualmente utilizzate dai vari OEM’s.

Ferro H+Plus, serie a base acquosa, è composta esclusivamente da inchiostri per decorazione e smaltatura ed è compatibile con testine e macchine che consentano l’utilizzo di acqua come solvente principale. Considerando i risultati ottenuti dai vari costruttori di testine combinati con le applicazioni dei differenti OEM, è ipotizzabile e possibile l’applicazione di quantitativi dell’ordine di 200g/m2 sulla superficie decorata con granulometrie superiori al micron con i conseguenti vantaggi che questo implica. Queste possibilità nell’ambito dell’applicazione digitale permetteranno di ottenere diverse tipologie di smaltatura:

  • Strati sottili di smalti con spessore uniformemente
  • Applicazione digitale di smalti protettivi
  • Decorazioni digitali ad alto spessore.
tags