Spotlight

Tecnema Dry Square 4.0: tecnologia al servizio del risparmio energetico

13/12/2017

Le tematiche legate al risparmio e all’efficienza energetica sono uno degli argomenti più importanti e attuali nel settore ceramico, soprattutto in mercati consolidati e ad alto livello tecnologico, in cui il controllo e la riduzione dei costi di produzione sono fattori chiave per il successo di un’organizzazione.

La linea di squadratura automatica a secco Tecnema [SQUARE DRY 4.0] trasforma questi temi in valore aggiunto e si pone come lo standard di riferimento di settore per il risparmio energetico.

Ma cos’è in concreto il risparmio energetico di cui tanto si parla?

In sintesi l’efficienza energetica altro non è che la capacità di un sistema di ottenere un dato risultato utilizzando meno energia rispetto ad altri sistemi, aumentandone quindi il rendimento e l’efficienza.

DRY SQUARE 4.0 UTILIZZA IL MINOR NUMERO DI MANDRINI CALIBRATORI SUL MERCATO

Grazie alla tecnologia costruttiva del mandrino ad alta velocità SCT (small chip thickness), la linea di squadratura monta solamente 32 mandrini calibratori garantendo le stesse capacità di asportazione di una macchina tradizionale a 48 calibratori (+40% di capacità di rimozione). È importante sottolineare l’assenza totale di qualsivoglia sistema di raffreddamento forzato del mandrino.

Sulla base dei dati di produzione delle linee di squadratura Tecnema, il risparmio energetico f.e.m. calcolato è di 0,076 kWh/mq rispetto ad una macchina tradizionale a 48 calibratori.

Considerando una produzione media di un forno pari a circa 3.000.000 mq/anno, si ottiene un risparmio energetico quantificabile intorno ai 228.000 kW/anno, che al costo di 0,15 €/kW, si concretizza in un risparmio di circa 34.000 €/anno.

Con riferimento all’affidabilità del mandrino SCT, da menzionare anche i conseguenti risparmi sui costi di manutenzione ordinaria della linea, legati cioè all’acquisto di un minor numero di pezzi di ricambio e ad una maggiore vita utile del gruppo stesso. Tecnema garantisce infatti i propri mandrini a 2 anni con funzionamento in continuo sui 3 turni (manutenzione zero con durate rilevate e documentate presso i clienti).

DRY SQUARE 4.0 UTILIZZA MOTORI A CONTROLLO RIGENERATIVO

Altro aspetto chiave per il risparmio energetico è l’impiego di motori speciali ad alta efficienza, il cui funzionamento è gestito da un software dedicato denominato “Controllo Rigenerativo”Il risparmio energetico legato ai consumi rispetto ai motori standard è quantificabile intorno al 20%.

Grazie a questa tecnologia, considerando la medesima produzione annuale media di un forno, si ottiene un ulteriore risparmio energetico pari a 170.000 kW/anno, quantificabile intorno ai 25.000 €/anno rispetto alle linee tradizionali sul mercato.

Il dato economico legato al risparmio energetico di funzionamento complessivo della linea porta così ad un risultato complessivo che si attesta intorno ai 60.000 €/anno.

L’attendibilità dei dati esposti è garantita dalle misurazioni e dai rilievi effettuati sulle linee di squadratura Tecnema attualmente in funzione.

 
tags