Eventi

Al via il programma formativo FOCUS CERAMICA di SBS

14/10/2020

Da ottobre ad aprile 2021, nove appuntamenti, in modalità online, per l’aggiornamento del personale tecnico delle aziende ceramiche

Materie prime, reologia in ceramica, tecnologia per pressatura, essiccazione e cottura, smaltatura e decorazione, difettologia e controllo qualità, normazione internazionale. Sono i temi che verranno affrontati nel percorso formativo “Focus Ceramica 2020” in programma da ottobre 2020 ad aprile 2021, interamente in modalità on-line.

La precedente edizione del 2018/2019, che ha coinvolto più di 200 tra responsabili e tecnici di produzione, qualità, assistenza e manutenzione, capi reparto e tecnici dei laboratori di ricerca e sviluppo dell’industria ceramica italiana, ha consentito di raccogliere suggerimenti ed esplicite richieste e posto le basi per la progettazione dell’edizione 2020-2021 che integrerà anche i temi della reologia e focus specifici sulla produzione e controllo qualità delle grandi lastre, a conferma della vivacità del settore e della ferma volontà di accrescere le competenze professionali delle risorse impiegate, non solo nel distretto.

Organizzato da SBS, la scuola di formazione di Acimac, il progetto è stato strutturato in nove appuntamenti formativi per una durati di circa 80 ore, relative al processo produttivo, seguito dal relatore Guido Nassetti, alla smaltatura e decorazione digitale seguito da Paolo Zannini, al controllo qualità di prodotto e normazione internazionale di riferimento, seguito da Alessandro Tenaglia.

E proprio in questi contesti è stata raccolta l’esigenza sia di approfondimento degli argomenti, sia di integrazione, per restituire una visione completa del processo produttivo ceramico rivolto al personale delle aziende di produzione ceramica in organico.

Nel 2020 Acimac, nonostante il lockdown, ha continuato a proporre agli operatori italiani del settore, numerose occasioni d’incontro, confronto e aggiornamento, creando un circuito virtuoso di diffusione di conoscenza che coinvolge sia gli operatori del comprensorio che quelli fuori distretto.

Sessanta sono i corsi realizzati dalla primavera, cinquantasette dei quali in modalità web learning e oltre sessanta corsi FAD. Dal mese di settembre sono anche ripartiti i corsi in presenza, svoltisi nel pieno rispetto delle disposizioni governative in materia di sicurezza sanitaria e distanziamento sociale.