Eventi

La decarbonizzazione al centro degli European Ceramic Days

15/11/2021

Al via oggi, a Bruxelles, “The European Ceramic Days”, che ogni anno riuniscono rappresentanti dell'industria europea della ceramica insieme a funzionari e responsabili delle politiche della UE

Si svolgono da oggi a mercoledì 17 novembre 2021 a Bruxelles “The European Ceramic Days”, la serie di eventi che ogni anno riuniscono rappresentanti dell'industria europea della ceramica insieme a funzionari e responsabili delle politiche dell'Unione Europea, favorendo il dialogo tra l’industria ceramica europea e le istituzioni comunitarie.

Quest’anno le riunioni si svolgono in modalità ibrida, in presenza e in videoconferenza sulla piat­ta­for­ma Webex. Tra gli eventi pubblici più rilevanti della 27° edizione dell’European Parliament Ceramics Forum (EPCF), l’intergruppo parlamentare dedicato alla ceramica europea, è la sessione di martedì 16 novembre, dal titolo “FIT FOR 55: HOW CAN IT SUPPORT THE DECARBONISATION EFFORTS OF THE INDUSTRY?”.

A nome dell’industria ceramica europea è in agenda l’intervento di Emilio Mussini (vice Presidente di Confindustria Ceramica) sui diversi dossier che rivestono un ruolo di primaria importanza strategica per l’industria ceramica. In primo luogo, la revisione del sistema ETS e in particolare la revisione del benchmark combustibile, che non può essere uguale per tutti, ma deve tenere conto della realtà tecnologiche dei diversi settori. Inoltre, si chiede che la Commissione europea riveda quanto prima le Linee Guida per la compensazione dei costi indiretti, includendo il settore delle piastrelle. Infine, ci si auspica che possa essere fatta chiarezza sul ruolo della speculazione finanziaria introducendo correttivi, anche temporanei, sul mercato delle quote.

Per quanto riguarda la proposta di revisione della direttiva sulla tassazione dei prodotti energetici (Energy Taxation Directive), l’industria ceramica chiede di mantenere l’esenzione dei prodotti energetici impiegati per gli usi mineralogici.

In ultimo, relativamente alle Linee Guida sugli Aiuti di Stato, si rileva una criticità per alcuni settori ceramici quali laterizi, sanitari e ‘altri prodotti in ceramica’; è necessario che venga mantenuto il criterio attualmente vigente della intensità di commercio pari al 4% e dell’intensità elettrica del 20% e che venga data la possibilità per gli Stati Membri di adottare misure nazionali in parziale deroga alle Linee Guida per tenere conto della non omogenea distribuzione sul territorio UE di determinate attività industriali.

Durante “The European Ceramic Days” si svolgerà anche l'Assemblea generale di Cerame-Unie, l’Associazione Europea dei produttori di ceramica, dove l’Italia è rappresentata da Alfonso Panzani, vice Presidente Europeo della stessa Cerame-Unie, e da Loriano Bocini, Presidente della Federazione ‘Ceramica Tecnica’, EUTECER.

Il programma del Ceramic Days è disponibile sul sito di Cerame-Unie www.cerameunie.eu

tags