Heavy Clay

Cambio ai vertici di Wienerberger Italia: Robert Lang è il nuovo CEO

21/09/2020

Robert Lang lascia la posizione di direttore finanziario della sede italiana per assumere l’incarico di amministratore delegato. Raccoglie il testimone da Gülnaz Atila

Robert Lang

Robert Lang, già direttore finanziario di Wienerberger Italia, dal mese di settembre ha assunto il ruolo di amministratore delegato subentrando a Gülnaz Atila che lascia la guida italiana per ricoprire una posizione internazionale all’interno della Business Unit Wienerberger Building Solutions nella sede centrale a Vienna.

La pluriennale esperienza di Lang all’interno del Gruppo Wienerberger parte proprio dall’headquarter viennese, nel dipartimento Corporate Controlling, a cui sono seguiti diversi incarichi nelle filiali del gruppo in Belgio, Croazia e Cina. Dal 2015 si è unito al team italiano progredendo nei suoi ruoli fino all’attuale posizione.

Costruire partnership solide e durature con il cliente rimane un punto centrale nella scaletta delle priorità del nuovo CEO che intensificherà gli sforzi in questa direzione per garantire elevati livelli di qualità nel servizio. L’innovazione di prodotto nel settore del laterizio sarà un altro fronte su cui saranno concentrate le risorse puntando, in particolare, a soluzioni complete orientate alla sostenibilità ambientale. Per farlo il gruppo continuerà a investire nella digitalizzazione dei processi produttivi, pilastro per una solida crescita futura.

Wienerberger Italia dispone di quattro stabilimenti (a Feltre, Gattinara, Bubano e Terni) per la produzione di blocchi portanti e tamponamento, orientati al risparmio energetico, alla sicurezza in zona sismica, all’isolamento acustico e alla realizzazione di edifici a energia quasi zero (NZEB).

Con 201 stabilimenti in 30 Paesi, il Gruppo Wienerberger è il maggiore produttore mondiale di laterizi (Porotherm, Terca) e numero uno in Europa nella produzione di tegole in cotto (Koramic, Tondach). Nel 2019 ha generato un fatturato globale di 3,5 miliardi di euro e un Ebitda LFL di 587 milioni di euro.

tags