Heavy Clay

Uzbekistan: parole d’ordine "investire e innovare"

03/04/2019

La fornace uzbeka Ohangaron Keramika sta investendo in nuova tecnologia per aumentare la produzione e la qualità dei materiali, puntando a una maggiore efficienza in fabbrica.

Ohangaron Keramika, fornace operativa ad Akhangaran, nella regione di Tashkent, a fronte del forte incremento della domanda di materiali in laterizio nel Paese, si sta attrezzando con nuova tecnologia per sopperire al meglio alle richieste del mercato.

L’azienda, fondata nel 2008, vanta un volume di produzione annuo di circa 25 milioni tra mattoni pieni e forati, ma a settembre darà il via alla terza linea, completamente automatizzata, che servirà a portare la capacità produttiva fino a 5 milioni di mattoni/mese (60 milioni annui).

Ohangaron Keramika, tuttavia, punta anche ad incrementare la qualità dei materiali per avvicinarsi il più possibile agli standard europei.

Per questo motivo Azizov Surat, direttore generale dell’azienda uzbeka, lo scorso settembre ha visitato Tecnargilla che gli ha consentito di toccare con mano soluzioni performanti e altamente sostenibili. Lo abbiamo incontrato in fiera.

Leggi l’intervista completa pubblicata su Brick World Review 1/2019

tags