Fiere

Cersaie scalda i motori

27/06/2019

Dalla mostra “Famous Bathroom” alla nuova area tematica Archincont(r)act, Cersaie 2019 svela le prime novità.

Saranno i “Famous Bathrooms” i protagonisti della mostra tematica ospitata dal prossimo Cersaie, in scena a Bologna dal 23 al 27 settembre 2019. Dopo le ambientazioni musicali di “The Sound of Design” (nel 2018), la consueta collettiva allestita all’interno del Padiglione 30 del polo fieristico verterà quest’anno sulla libera interpretazione di stanze da bagno ispirate ai personaggi che hanno fatto la storia: dai Beatles a Sigmund Freud, da Coco Chanel a Piet Mondrian, da Le Corbusier a Maria Callas.

I due curatori, Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, hanno progettato un modello espositivo inedito, a metà tra la galleria d’arte e la classica fiera. All’interno del percorso, sotto i riflettori saranno le nuove soluzioni d’arredo e rivestimento per il bagno, inteso sempre più come luogo di benessere a cui dedicare la dovuta personalizzazione. I visitatori saranno accolti in un ambiente suggestivo, in cui ogni allestimento si proporrà come spazio a sé stante, caratterizzato dalle novità di prodotto di importanti marchi del settore presenti in fiera. Nell’area centrale sarà dato spazio ai talk in programma e ad una zona lounge per incontri, dibattiti e premiazioni. A inaugurare la mostra sarà Philippe Daverio.

Sul fronte espositivo, la novità 2019 di Cersaie si chiama Archincont(r)act, una nuova area tematica ospitata nel padiglione 29 che punta a mettere in contatto l’architettura e il mondo del contract italiano ed internazionale. La nuova sezione, che occuperà una superficie di 700 metri, ospiterà in questa prima edizione 10 studi di progettazione di prestigio, quali: Arclinea, Caberlon Caroppi Italian Touch Architets, Genius Loci Architettura, Iosa Ghini Associati, Joy – Design, Mario Cucinella Architects, Noa Network of Architetcure, Studio Bizzarro Galimberti, Studio Marco Piva e The Hickson Design Partnership.