Fiere

Cresce l’industria delle costruzioni in Russia

05/03/2020

Nel 2018, il valore delle opere edilizie è salito a 8,4 trilioni di rubli, il 5,3% in più sul 2017 e il valore più alto degli ultimi 10 anni.

Trattandosi del Paese più esteso del mondo e con un PIL che la pone al 12° posto su scala globale, non sorprende che la Russia abbia anche un forte mercato dell’edilizia e dell’interior.

Il settore, che aveva subito gli effetti della crisi finanziaria del 2014-2017, sta rapidamente recuperando e ora punta ad un nuova crescita. Secondo l’Istituto Federale di Statistica (Rosstat), il volume delle opere edilizie realizzate nel 2018 ha raggiunto gli 8,4 trilioni di rubli, in crescita del 5,3% sul 2017 e livello record dell’ultimo decennio.

Un risultato che rispecchia il positivo andamento dell’economia nazionale, cresciuta l’anno scorso del 2,3%, il tasso di incremento più alto dal 2014. Negli ultimi anni, il settore delle costruzioni si è concentrato prevalentemente sui progetti di edilizia residenziale, agevolati dalla rapida espansione del mercato dei mutui. A questo si aggiungono gli ingenti fondi statali stanziati per il triennio 2018-2020 nell’ambito di un nuovo progetto nazionale che potrebbe rappresentare un nuovo importante driver per l’intera industria delle costruzioni. Anche il segmento dell’edilizia non residenziale è atteso in recupero in questi anni, grazie soprattutto agli investimenti nel settore scuola e sanità.

Secondo i dati dell’agenzia di informazione INFOLine, il mercato DIY è rimasto relativamente in salute durante il periodo della crisi finanziaria, segnando crescite di circa il 3% annuo, a cui è seguito, nel 2018, un ottimo rialzo del 7,5%.

Mosbuild - la principale fiera russa del settore che si svolge al Crocus Expo di Mosca dal 31 marzo al 3 aprile 2020 - ha realizzato un’indagine presso i propri espositori per avere una visione reale di come il mercato stia effettivamente recuperando. I risultati mostrano che, archiviato un periodo complesso, le aziende sono fiduciose sulla ripresa della domanda in Russia. Il 71% degli intervistati è ottimista o molto ottimista e solo il 7% esprime un’opinione negativa sul futuro del mercato. Il 100% ha dichiarato di essere abbastanza o molto ottimista anche riguardo alla crescita della propria azienda nei prossimi anni (due anni fa erano l'85%).

L'innovazione si conferma la leva principale usata dalle aziende per distinguersi sul mercato locale; altrettanto importanti sono la qualità dei prodotti, il servizio, il prezzo e la forza del brand. Opinione diffusa tra gli intervistati è che per avere successo nel mercato russo occorra tempo e un progetto a lungo termine, oltre che il supporto di un agente o distributore locale ben introdotto.

Un’ottima piattaforma per incontrare il mercato è la stessa MosBuild 2020, che offre l’opportunità di un contatto diretto con oltre 77.300 professionisti russi del settore tra buyer e specificatori.

Per maggiorni informazioni sulle opzioni di partecipazione >>

tags