Piastrelle

Decimo anno in crescita per Modula

17/07/2020

Bilancio 2019 in forte crescita per Modula, la smart factory dell’Ing. Franco Stefani che a luglio ha acquisito il 60% della bolognese MB.

Oltre 2.600 magazzini automatici venduti, ricavi oltre i 160 milioni di Euro e un Ebitda del 9%. Sono i numeri assolutamente positivi con cui Modula - l’azienda di Salvaterra (Reggio Emilia) guidata dall’ing. Franco Stefani - ha chiuso il 2019 confermando il trend di crescita per il decimo anno consecutivo. Alla luce dei risultati, l’azienda erogherà un premio di oltre 3.000 Euro per ogni dipendente, in aggiunta ai benefit legati all’integrativo aziendale.

Nel 2019 Modula ha portato avanti il suo piano industriale focalizzato sull’espansione internazionale:

la società, oggi tra i leader mondiali nella progettazione e produzione di magazzini automatici verticali, possiede 4 poli produttivi tra Italia, Cina e Stati Uniti, 8 filiali nel mondo e circa 700 dipendenti, con una rete di oltre 100 distributori a supporto della forza commerciale. Attenzione al cliente, al prodotto e al mercato, dinamicità e capacità innovativa i punti di forza dell’azienda, che a inizio luglio ha concluso anche l’acquisizione del 60% della MB di Crevalcore (Bologna), specializzata nella produzione di stampi a freddo e lavorazioni meccaniche, nonché storico fornitore di parti impiegate nei magazzini Modula. L’acquisizione è coerente con il piano strategico e industriale che punta a un modello di insourcing della produzione dei magazzini verticali in una fabbrica divenuta modello di applicazione di industria 4.0.

L’operazione conclusa ha una rilevanza strategica per la nostra società poiché ci permette di aumentare la nostra competitività, efficienza, velocità nella produzione e allo stesso tempo dare maggiore solidità e continuità d’impresa ad un nostro fornitore strategico”, ha affermato Franco Stefani. “Ora possiamo infatti contare internamente sul 95% del processo produttivo dei nostri magazzini verticali e in questo modo controllare sempre meglio il piano di espansione internazionale a cui stiamo puntando, consolidando gli importanti risultati ottenuti finora, con l’obiettivo di darne continuità.” 

tags