Piastrelle

Idylium, il nuovo brand delle grandi superfici

28/07/2020

Fondata nel luglio 2018 a Milano, Idylium si è affacciata sul mercato dall’inizio del 2020 ed è già presente con le sue grandi lastre in Europa, USA, Cina, Australia e Medio Oriente.

Luca Fanara

Fondata nel luglio 2018 a Milano, Idylium è una nuovissima realtà italiana nel mondo delle superfici di altissima gamma destinata al mondo del progetto. Il design esclusivo delle sue lastre in “pietra minerale” di grande formato è uno dei pilastri su cui l’azienda ha deciso di puntare. Il secondo è la tecnologia più avanzata scelta per produrle, che ha come principale protagonista il sistema di pressatura Supera®.

Per la produzione delle grandi lastre Idylium è stata creata Best Surface, multinazionale che, dalla sede milanese, gestisce il sito produttivo di l’Alcora, nel distretto di Castellon. Qui, a dicembre 2019 è stato inaugurato il nuovissimo impianto interamente progettato e realizzato da Siti B&T Group.

L’impianto occupa un’area di oltre 40.000 mq, produce oltre 2 milioni mq/anno di lastre, ed è composto per il 95% da macchinari altamente innovativi. Tutte le soluzioni tecniche rappresentano un’esclusiva assoluta e sono protette da brevetto: la torre e la tecnologia retro-pressa - con il relativo kit per la vena passante -, la pressa, in grado di generare una pressione di 500 kg per cm2, la smalteria e la linea di decorazione, il forno a due livelli che raggiunge temperature fino a 1250°C, il sistema logistico e l’automazione di processo completamente automatizzati e con un sistema di gestione sviluppato ad hoc per Idylium. A questo si aggiunge un ampio magazzino di stoccaggio.

Ricerca, sviluppo e design sono Made in Italy, affidati a Digital Design, divenuto per Idylium un partner strategico insostituibile.

Le collezioni, che portano i nomi delle fermate della metropolitana milanese, sono tutte in produzione: grandi lastre da 3200 x 1600 mm con spessori 6, 12, 20 e 30 mm che si caratterizzano per elementi diversi, quali l’ultra-definizione digitale, la vena passante, gli altorilievi con lavorazioni fino al 30% dello spessore delle lastre, ecc..

Amministratore Delegato di Idylium è Luca Fanara, manager con una vasta esperienza nella gestione di imprese e che proviene dal mondo dell’arredamento di lusso e dell’interior design, mercato target del nuovo brand. “I primi passi sono stati passi da gigante” – ci dice. “In meno di due anni abbiamo costruito l’impianto produttivo, messo a catalogo 6 collezioni, stretto una collaborazione con Automobili Lamborghini, stipulato contratti e realizzato una fitta rete commerciale in tutto il mondo. Grazie anche alla fiducia dei nostri investitori”. 

Nonostante la crisi provocata dal coronovirus, il mercato risponde bene. Idylium è già distribuita in modo capillare in Spagna ed è presente in Italia, Benelux, Francia, Stati Uniti, Cina, Australia e Nuova Zelanda, Grecia, Russia e Middle East. 

Il 2020 - aggiunge Fanara - rimane per noi l’anno in cui ci siamo affacciati sul mercato e nel quale siamo comunque riusciti a raggiungere i risultati che ci eravamo prefissati, nonostante le innegabili difficoltà. Dover rinunciare a grandi occasioni di visibilità, come le fiere, ci ha permesso di concentrarci sullo sviluppo di un network one-to-one, più capillare e personale. Sperimentazione, collaborazioni prestigiose e nuove collezioni di lastre e non solo: ecco le nostre attuali sfide. Siamo pronti al 2021, l’anno del lancio ufficiale del marchio Idylium sul mercato internazionale”.

Leggi l'intervista completa a Luca Fanara pubblicata su Ceramic World Review 137/2020

tags