Piastrelle

La tecnologia di stampa digitale ibrida di EFI Cretaprint protagonista in Cina

04/09/2020

Champion Tile e Marco Polo prime in Asia ad adottare le nuove tecnologie digitali EFI Cretaprint

Col graduale ritorno alla normalità, i più importanti produttori cinesi di piastrelle ceramiche stanno mostrando un interesse crescente verso le più innovative tecnologie di stampa digitale, tra cui le stampanti EFI Cretaprint Hybrid che impiegano inchiostri e smalti sia a base solvente che a base acqua, a seconda delle necessità produttive. Una conferma viene dagli ottimi riscontri ottenuti da EFI alla fiera Uniceramics, svoltasi in luglio a Foshan, dove la multinazionale ha partecipato insieme al proprio distributore cinese Cremix siglando nove ordini di fornitura con diverse aziende leader tra cui Champion Tile e Marco Polo.

Produttività e sostenibilità della stampante Hybrid sono gli elementi che hanno pesato sulla scelta di Champion, da anni cliente di EFI Cretaprint, e alla ricerca di soluzioni nuove per differenziarsi dalla concorrenza e ridurre la propria impronta ecologica. La possibilità di impiegare materiali a base acqua riduce le emissioni di VOC di oltre il 90% rispetto all’utilizzo di inchiostri tradizionali e le emissioni di CO2 di circa il 73%. A questo si aggiunge il vantaggio di tempi di essiccazione inferiori e l’applicazione più omogenea di smalto che assicura una qualità elevata soprattutto nella produzione di grandi formati e lastre.

Per Marco Polo la nuova fornitura richiesta comprenderà invece un sistema EFI Cretaprint Shield e due stampanti EFI Cretaprint P4 che consentiranno al produttore cinese di passare alla produzione full digital nel suo stabilimento Wonderful a Jiangxi. La tecnologia Shield che sarà installata alla Wonderful – la prima venduta in Cina – consiste in barre satellite per la smaltatura digitale e altre applicazioni, installabile o prima della stampante digitale o dopo per l’applicazione di colle e altri effetti.

tags