Piastrelle

Luxury: la high-glossy technology firmata Ancora

16/09/2020

Una nuova tecnologia al servizio dell’estetica proposta dall’azienda di Sassuolo del Gruppo SITI B&T

Ancora ha sviluppato una nuova tecnologia al servizio dell’estetica. L’azienda del Gruppo SITI B&T che si occupa di soluzioni per il fine linea, grazie alla continua attività di Ricerca & Sviluppo, presenta Luxury, la macchina per la finitura con trattamento superficiale lucido e brillante.

Luxury è una tecnologia che esalta la grafica della piastrella attraverso un trattamento superficiale che garantisce elevata lucentezza e protezione, in risposta ad una crescente richiesta del mercato di nuove collezioni glossy.

Questo effetto crea un’estetica di profondità unica, applicabile ad una grande varietà di formati e spessori. A questo scopo, Luxury ha la possibilità di essere implementata e personalizzata in base alle specifiche esigenze, in modo da ottenere la massima flessibilità e poter quindi lavorare su formati fino 1800x3600 mm e spessori da 6 a 25 mm.

Per ottenere un risultato ottimale, la lappatura diventa una fase fondamentale: la lavorazione di abrasione superficiale su prodotti smaltati e su gres porcellanato permette infatti una finitura lucida di altissimo livello in modo più agevolato.

Terminata la lappatura, Luxury procede con la fase di finitura e quella di trattamento.

Questa tecnologia è dotata di sistemi, dati da una combinazione di macchina utensile e prodotto, che permettono di portare la lastra ad un grado di finitura fino a 110 gloss. Luxury si basa quindi su un processo meccanico-fisico creato tra l’utensile, la lastra e il prodotto applicato, il cui risultato permette di ottenere il super gloss.

Questo effetto, oltre a donare alla piastrella un grado di lucentezza elevato, crea un aspetto di riflessione e di profondità maggiore grazie alla notevole riduzione di rugosità, elevando la grafica digitale della lastra e valorizzandola ulteriormente (vedi foto).

Dopo questa prima fase rivolta prettamente all’estetica, Luxury interviene poi sulla morfologia della superficie, conferendo al prodotto finito caratteristiche tecniche, quali l’elevata resistenza all’abrasione e alle macchie acide tramite il riempimento dei pori, tipici del materiale.

Le grandi lastre vengono sempre più utilizzate per i complementi di arredo (top da cucina e tavoli), per i quali la richiesta di lucentezza è molto maggiore.

Luxury, oltre a garantire una grande flessibilità sui formati, se preventivamente predisposta, può creare anche diverse lavorazioni, incluso l’effetto matt, utilizzando un grado di finitura dai 20 ai 30 gloss anziché i 110 del glossy.

tags