Piastrelle

Per il gruppo LB Technology un 2021 di forte ripresa

21/12/2021

Sostenibilità, ricerca e innovazione tecnologica, automazione, servizio al cliente e presidio dei mercati sono le parole chiave del 2022

Per il gruppo LB Technology, a cui fanno capo le tre filiali internazionali (LB USA, LB Spagna e LB India), Sitec, che verrà incorporata dal 1/1/2022, e la controllata Sermat, il 2021 ha rappresentato l’anno della ripresa, con una crescita di oltre il 50% rispetto al 2020, superiore a quella del settore dell’impiantistica ceramica, stimata al 45%.

L’arrivo del nuovo AD, Ing. Corrado Fanti, nell’ottobre 2020, ha permesso di dare corpo nel 2021 al nuovo corso aziendale voluto da Astraco, il Club Deal che coordina il gruppo di investitori entrato nella compagine azionaria, e ha finalizzato un percorso di riorganizzazione aziendale e managerializzazione.

Vari i passaggi chiave del 2021 che hanno coinvolto differenti fronti aziendali. Innanzitutto, il rafforzamento della posizione finanziaria del gruppo con l’ingresso di un player istituzionale come illimity che supporterà gli investimenti necessari a conseguire gli ambiziosi obiettivi di sviluppo nei prossimi anni. Vi è stata poi l’acquisizione degli asset di CMF Technology, che ha garantito nuovi brevetti e l’ampliamento della gamma delle tecnologie; e ancora, l’inaugurazione della nuova sala mostra, uno spazio pensato secondo canoni di funzionalità ed estetica per presentare al meglio il prodotto ceramico realizzato grazie alle tecnologie LB.

I driver dei risultati del 2021 sono da rintracciare nella continua volontà del gruppo LB di perseguire i fattori critici di successo evidenziati nel piano industriale triennale presentato ad inizio anno: ricerca e innovazione tecnologica, automazione e digitalizzazione, servizio, “tailorizzazione” degli impianti e continuo presidio dei mercati, a cui si è aggiunto il progetto di sostenibilità iniziato nel settembre di quest’anno. LB sarà infatti impegnata per tutto il 2022 in un percorso rigoroso che riguarda l’adozione di una politica ESG (Environmental, Social and Governance), la redazione del primo bilancio di sostenibilità ed in primis l’analisi della Carboon Footprint dell’organizzazione.

Per il 2022, le previsioni di crescita sul fatturato sono di un +10% rispetto al 2021 in tutti i settori “core” di LB (ceramica, premiscelati per edilizia, minerario, agrochimica e riciclo), con particolare attenzione al processo di granulazione e alle tecnologie che supportano l’economia circolare.

tags