Piastrelle

RAK Ceramics torna ad una crescita stabile

16/07/2021

RAK Ceramics chiude il suo miglior primo trimestre dal 2016, con ricavi a +22%, margine lordo al 35% e utile netto sopra i livelli pre-pandemia

Abdallah Massaad

RAK Ceramics, tra i maggiori brand mondiali della ceramica, ha annunciato i risultati finanziari del primo trimestre 2021 che confermano il ritorno ad una solida e stabile crescita. La multinazionale di Ras-al-Khaimah (EAU) ha infatti superato i volumi di attività pre-pandemici registrando livelli record di ricavi e margini.

Questo, dopo un 2020 complesso, chiuso con ricavi in calo dell’8,7% a 2,35 miliardi di dirham (circa 521 milioni di euro al cambio del 31/12), nonostante il rapido recupero nel terzo e nel quarto trimestre dell’anno.

“Le attività sui mercati globali hanno continuato a migliorare nei primi mesi del 2021 e questo si è tradotto nel nostro miglior primo trimestre dal 2016”, – ha affermato Abdallah Massaad, CEO di RAK Ceramics.  “I ricavi totali, cresciuti del 21,9% su base annua, sono i più alti degli ultimi 5 anni; il margine di profitto lordo totale ha raggiunto il record storico del 35%, trainato dall’aumento delle vendite, dal miglioramento dell'efficienza e dall'ottimizzazione delle linee di produzione; l'utile netto ha superato i livelli di profitto pre-pandemia”.

Tra i maggiori mercati di RAK Ceramics si conferma l’Arabia Saudita, dove i ricavi erano aumentati del 57,9% già nel 2020, spingendo il gruppo emiratino ad aprire nuovi showroom e sviluppare il brand. Una strategia che ha prodotto risultati anche nel primo trimestre 2021, con ricavi cresciuti del 78,5% e un posizionamento come principale fornitore di prodotti ceramici premium nel Regno.

In recupero anche l’attività sul mercato europeo (+22,7% sul primo trimestre 2020), oltre che in India (+67%) e in Bangladesh (+18,9%) dove il gruppo dispone di stabilimenti produttivi.

Leggi l’intervista completa pubblicata su Ceramic World Review n. 142/2021

tags