Piastrelle

Russia e Ucraina tra i mercati più dinamici per BMR

13/02/2020

Il Made in Italy di BMR continua a conquistare fette di mercato nei due Paesi grazie al know-how, alla comprovata qualità tecnologica e al customer care

BMR cavalca il buon andamento del mercato russo e ucraino confermandosi partner di riferimento per i produttori locali.

Per l’azienda di Scandiano, che da oltre cinquant’anni produce macchinari e tecnologie per il fine linea ceramico, i due mercati continuano a presentare interessanti opportunità di sviluppo. Tra i principali clienti russi, BMR annovera Kerama Marazzi, Unitile e Grani Taganaya, con i quali prosegue una collaborazione continua e consolidata nel tempo.

Nel Paese, dove la produzione è prevalentemente rivolta al mercato interno, le tendenze sono soprattutto riferite a piastrelle smaltate e in gres porcellanato tecnico con finitura lappata, declinate sia nelle misure tradizionali, sia nei grandi formati più attuali.

Anche in Ucraina - mercato in espansione che punta ad incrementare la produzione interna per ridurre le importazioni - BMR ha saputo intercettare le esigenze dei nuovi produttori di ceramica. Impianti BMR per la levigatura, lappatura, squadratura e trattamento delle superfici sono già in funzione negli stabilimenti dei più prestigiosi brand, come Kharkiv Tile Plant, Epicentr K, Atem e Intercerama.

Anche in questo caso la produzione riguarda sia piastrelle nei formati tradizionali che lastre in gres porcellanato lappato smaltato e tecnico.

tags