Piastrelle

Victoria PLC acquisisce Graniser

25/11/2021

Il gruppo inglese del flooring continua a crescere nel settore delle piastrelle ceramiche con l’ultimo acquisto in Turchia

Prosegue l’espansione di Victoria PLC nel settore delle piastrelle ceramiche. Ai poli produttivi in Italia e in Spagna, si aggiunge ora anche la Turchia, dove lo scorso 10 novembre il gruppo inglese del flooring ha siglato l’accordo per l’acquisizione di Graniser, produttore di fascia media con sede a Izmir, che ha chiuso il 2020 con un fatturato di 59,3 milioni di euro e un Ebitda intorno ai 9 milioni di euro. Il valore dell’acquisizione, da corrispondere al completamento dell’operazione previsto in dicembre, è di 8,4 milioni di euro più circa 39,8 milioni per risanare il debito netto dell’azienda.

Fondata nel 1997, dal 2012 Graniser è posseduta per il 75% dalla società di investimento austriaca Bancroft Group e per il 25% dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo.  

Per Victoria l’ingresso dell’azienda turca nel gruppo è particolarmente strategico e sinergico sia sul fronte produttivo che su quello commerciale.

Lo stabilimento, dotato di tecnologie avanzate tra cui un impianto di cogenerazione, ha una capacità produttiva annua di 20,8 milioni mq, non completamente utilizzata, che porta la capacità totale del gruppo a quasi 73 milioni mq. Già previsti anche i prossimi investimenti tecnologici che consentiranno di espandere notevolmente i volumi prodotti in un contesto peraltro favorevole considerati i bassi costi di produzione (energia, lavoro, materie prime). A questi vantaggi si sommano le sinergie che si creeranno sui mercati, con la possibilità di aumentare l’export dei brand di Victoria in Medio Oriente e di aprire a Graniser il mercato europeo del DIY, in forte espansione. Già oggi l’export di Graniser rappresenta circa il 75% delle vendite, indirizzato prevalentemente verso Stati Uniti, Israele, Regno Unito e Germania.

Graniser continuerà ad operare come brand indipendente e con i propri manager, che saranno integrati nel management team della divisione ceramica del gruppo.

Al completamento di questa acquisizione, Victoria avrà investito circa 201 milioni di sterline in questo anno fiscale, aggiungendo circa 35 milioni all’EBITDA del Gruppo”, ha affermato il presidente esecutivo Geoff Wilding. La nostra strategia di crescita per acquisizioni e attraverso le sinergie operative generate continua a fornire valore per il Gruppo e i suoi azionisti”, ha sottolineato, aggiungendo che sono attualmente in corso trattative per nuove interessanti operazioni.

Intanto, i risultati ottenuti da Victoria PLC nel primo semestre dell’anno fiscale 2022, chiuso lo scorso 2 ottobre, confermano l’ulteriore rafforzamento del gruppo inglese: i ricavi totali hanno raggiunto i 489 milioni di sterline (+60% sul primo semestre dell’anno precedente) con un Ebitda del 17,3%. In crescita tutte le divisioni, tra cui quella ceramica, che ha chiuso il semestre con ricavi pari a 182,5 milioni di sterline (+37,7%) ed Ebitda pari a 37,4 milioni (il 20,5% dei ricavi), in aumento del 35% sull’anno precedente. Alle ottime performance della divisione hanno contribuito sia le attività di Victoria Italia che quelle in Spagna.

tags