Piastrelle

Zanobia Ceramics: avviato da remoto il reparto impasti e presse con Sacmi-Euroelettra

12/10/2020

Installate e avviate a tempo record, completamente da remoto, le automazioni della nuova linea di preparazione impasti del produttore ceramico siriano

È stata collaudata e avviata con successo in tempi record, completamente da remoto, la nuova linea completa di preparazione impasti di Zanobia Ceramics, azienda siriana produttrice da vent’anni di piastrelle da pavimento e rivestimento destinate al mercato interno e all’export. Situata nella città di Adra, non lontano dalla capitale Damasco, Zanobia ha optato per una linea Sacmi dotata di tutte le automazioni. La fornitura, curata da Euroelettra (azienda del gruppo imolese specializzata in soluzioni per l’automazione industriale), comprende tutti i sistemi e i software per garantire il trasporto e lo stoccaggio automatico delle materie prime, dall’atomizzatore ai silos e da questi al reparto presse.

A causa del lockdown che ha impedito le trasferte del personale tecnico la fornitura, già spedita a gennaio, è rimasta in cantiere sino ad aprile, quando, grazie all’intervento del team Sacmi-Euroelettra in collaborazione con un referente locale è stato predisposto, totalmente da remoto, il collegamento e il collaudo della soluzione. Oltre mille cablaggi, un sistema complesso di controlli software (la configurazione prevede lo stoccaggio “dinamico” delle materie prime che vanno ad alimentare direttamente il reparto presse) sono stati perfezionati in un paio di settimane di lavoro, con grande soddisfazione da parte sia del cliente sia di Euroelettra, che ha affrontato con successo questa sfida.

In realtà, afferma il responsabile tecnico del progetto, è la possibilità di mettere in rete uomini e macchine a rendere fattibile questo tipo di interventi. Compito dei fornitori di tecnologia, come le aziende del gruppo Sacmi, è dimostrare al mercato come queste operazioni si stiano trasformando da opportunità ad approccio standard, possibile ovunque nel mondo grazie all’alto livello di preparazione dei diversi team e ad infrastrutture tecnologiche che consentono in modo relativamente semplice di connettere ogni dispositivo (e quindi la fabbrica) alla rete globale.

Dopo il collaudo delle linee preparazione impasti avvenuto a metà maggio, l’intervento in Zanobia è proseguito con l’avviamento delle presse completato durante l’estate.

tags