Whiteware

Handling e smaltatura 4.0 Sacmi per Ceramica Flaminia

06/07/2018

Primario interlocutore del distretto di Civita Castellana (Viterbo) e riferimento nel mondo del sanitario di qualità e design Made in Italy, Ceramica Flaminia ha affidato a Sacmi il progetto di automazione totale dell’impianto (dall’essiccatoio al forno), con approcci Industry 4.0 e logiche just in time.

L’impianto, a regime da giugno, comprende 7 robot Gaiotto che gestiscono tutte le operazioni di handling, smaltatura e controllo. In caso di individuazione di non conformità da parte dell’operatore, o di ogni altra esigenza di ispezione, un apposito buffer dinamico consente infatti di estrarre temporaneamente il pezzo dalla linea e di reinserirlo successivamente senza fermare o rallentare la produzione. I robot che agiscono nelle celle di smaltatura sono equipaggiati con Sacmi GDA 80, la pistola priva di ago che riduce i consumi di smalto e le esigenze di manutenzione, incrementando la qualità.

L’investimento di Ceramica Flaminia si traduce quindi in una linea di produzione completamente automatizzata che, dall’essiccatoio al carico forno, non richiede più alcun intervento manuale da parte dell’operatore che puà monitorare tutte le operazioni attraverso un’apposita interfaccia.

Oltre ad ottimizzare i fattori di produzione, il sistema così configurato consente anche la tracciabilità totale del pezzo prodotto, grazie all’interconnessione dei robot con il supervisore di fabbrica, a sua volta interfacciato con l’ERP del cliente.

Quest’ultima fornitura si aggiunge al già ampio parco macchine Sacmi installato presso Ceramica Flaminia che comprende 3 robot, un forno intermittente, un forno a tunnel e due celle di colaggio ALS.

tags