Whiteware

Sanikey cresce puntando sull’automazione Sacmi

22/07/2019

Il nuovo stabilimento nei pressi di Istanbul ospiterà la cella automatizzata Sacmi dove saranno operative due macchine AVM coadiuvate da robot.

Sanikey, tra i nomi più accreditati nel comparto della ceramica sanitaria turca, compie un altro salto di qualità con la costruzione di un nuovo stabilimento a Gebze-Kocalei nei pressi di Istanbul. Obiettivo raggiungere una maggiore efficienza e qualità produttiva, finalizzata a rafforzare la propria quota export in Europa e Stati Uniti.

Nella nuova unità, Sacmi, tra i principali partner dell’operazione, sta installando una cella completa per il colaggio in alta pressione di vasi di ceramica sanitaria, equipaggiata con due macchine AVM e asservita da robot di sformatura e movimentazione dei pezzi. A comporre la cella sarà anche la AVM Sacmi precedentemente acquistata da Sanikey e sino ad ora utilizzata per la sformatura manuale degli articoli.

Automazione totale, qualità, affidabilità e ripetibilità del processo sono i caratteri distintivi della cella fornita che, oltre alla soluzione AVM per la produzione di vasi con stampi sino a 7 parti, comprende anche tutti gli asservimenti, tra cui il sistema di dosaggio e preriscaldo della barbottina, magazzini completi di supporteria per sformatura, il sistema di aspirazione dell’acqua e tutti i tools necessari per garantire l’automazione delle operazioni di uscita del pezzo.

Fondata nel 2006, Sanikey aveva già adottato anche altre tecnologie Sacmi, quali le macchine di colaggio ADM e i robot di smaltatura Gaiotto.

tags