Whiteware

Villeroy & Boch cresce a doppia cifra

16/12/2021

Nei primi 9 mesi del 2021 i ricavi consolidati del gruppo tedesco hanno raggiunto i 684,5 milioni di Euro, in aumento del 24,7% sul 2020. Le previsioni per l’intero 2021 puntano ai 920 milioni di Euro

Numeri in forte crescita nei primi nove mesi del 2021 per il gruppo tedesco Villeroy & Boch, che ha registrato ricavi consolidati per 684,5 milioni di euro (+24,7% sul 2020), superando anche i livelli di fatturato pre-crisi Covid. In deciso aumento anche il risultato operativo, con l’Ebit pari a 61,8 milioni di euro contro i 10,3 milioni del 2020 su cui aveva gravato il crollo della domanda causato dalla pandemia e la chiusura degli impianti.

Il trend di crescita ha riguardato tutti i segmenti produttivi della multinazionale di Mettlach.

La divisione Bathroom and Wellness ha realizzato ricavi per 477,8 milioni (+24,5%) e un Ebit di 50,2 milioni di euro (l’anno precedente era 19,3 milioni). L’incremento maggiore è stato registrato dal segmento dei sanitari (+56,2 milioni di euro rispetto ai 9 mesi del 2020), spinto dal buon andamento del mercato delle ristrutturazioni residenziali; sviluppi notevoli hanno caratterizzato comunque anche le aree wellness (+15,2 milioni di euro) e rubinetteria (+12,6 milioni).

In aumento del 25,6% anche la divisione Dining & Lifestyle (stoviglieria in ceramica e porcellana e oggettistica) con ricavi saliti a 204,7 milioni di euro, grazie al buon andamento in quasi tutti i canali di vendita: 22 milioni di euro in più rispetto al 2020 sono stati generati dall’e-commerce, 18,8 milioni dai negozi dei rivenditori partner, mentre i punti vendita di proprietà hanno segnato una lieve flessione (-0,9 milioni di euro). L’Ebit della divisione ha raggiunto gli 11,6 milioni di euro riportando un incremento di 20,6 milioni rispetto al 2020, penalizzato dal fermo impianti negli stabilimenti di Merzig e Torgau.

Tra gennaio e settembre 2021 il gruppo guidato dal CEO Frank Goring ha investito 15,4 milioni di euro, di cui 10,7 milioni destinati alla divisione Bathroom and Wellness: nuove attrezzature sono state installate nello stabilimento di sanitari in Ungheria, in quello austriaco di mobili da bagno e sulla linea di produzione della serie ViClean (WC con doccetta integrata). I restanti 4,7 milioni di euro sono confluiti nella divisione Dining & Lifestyle per la manutenzione e modernizzazione del centro logistico di Merzig, l’acquisto di nuove presse isostatiche e attrezzature per lo stampaggio e l’ottimizzazione dell’efficienza energetica di uno dei forni.

A seguito delle ottime performance, il c.d.a. di Villeroy & Boch ha nuovamente rivisto al rialzo le previsioni per l'esercizio 2021, stimando un fatturato superiore ai 920 milioni di euro e un Ebit di oltre 85 milioni. Sulla base dei nuovi obiettivi, il rendimento delle attività operative nette dovrebbe oscillare tra il 25% e il 30%.

Con stabilimenti produttivi in 8 paesi europei e in Tailandia, Villeroy & Boch è presente con i suoi prodotti in 125 nazioni. Il gruppo è quotato in borsa dal 1990 e vanta una storia di oltre 270 anni.

tags