Spotlight

Il porcellanato a specchio secondo BMR

16/04/2020

L'evoluzione della lappatura: “Sea Effect” vs “Lake Mirror Effect”. Un riflesso lievemente mosso sulla piastrella può essere una scelta stilistica ed è dovuta non alla qualità della lavorazione, quanto alla differente planarità della superficie. Le moderne LevigaPlus di BMR sono già predisposte per realizzare effetti lievemente mossi (Sea Effect) o assolutamente planari (Lake Mirror Effect).

Claudio Avanzi, BMR (Scandiano, Italy)

BMR conferma la propria leadership nel segmento del fine linea ceramico, sviluppando tecnologie all’avanguardia sia per quanto riguarda il processo di squadratura, sia di levigatura e lappatura. Anche l’affermazione delle lastre nei principali mercati internazionali è stata affrontata da BMR con una flessibilità dimensionale e di movimentazione delle proprie macchine che consente di lavorare sia il grande formato, sia il formato tradizionale 600x600 mm.

Un grosso vantaggio impiantistico, che permette di ottenere molteplici servizi di squadratura e lappatura in una sola linea. Tale versatilità si sviluppa ulteriormente per il processo di lappatura nella capacità di realizzare specchiature di diversi livelli, fino all’ottenimento dell’effetto “lake mirror”, ovvero la specchiatura perfetta, senza alcuna deformazione.

Infatti, a seconda della planarità della superficie della piastrella è possibile avere leggere deformazioni che rendono il riflesso sulla piastrella leggermente mosso.

Questo effetto non è legato alla qualità della lavorazione, poiché si tratta di superfici con diversità di planimetria pari a centesimi di millimetri: un valore che è impercettibile all’occhio umano, ma che è evidente sull’immagine riflessa e che può essere gestita a seconda del livello di lappatura desiderato.

Le moderne levigatrici LevigaPlus di BMR sono già predisposte per questi effetti poiché possono essere allestite con differenti teste spatolanti, ed effettuano le differenti lavorazioni sia sul gres porcellanato lappato tecnico monolitico o doppio caricamento, sia sul gres porcellanato smaltato con applicazione di cristallina in spessore che consente asportazioni di 0,5 mm.

Se si desidera una superficie lucida non speculare, la lappatura verrà eseguita con teste spatolanti tangenziali (es. PLT6) che azzerano i microsolchi superficiali con effetto di lucidatura.

L’effetto “lake mirror” si ottiene installando, nelle prime posizioni di lappatura, dalle 4 alle 6 teste satellitare (come la PLS5) o cilindriche (come la PCS), le cui caratteristiche si identificano nella rigidità e nella precisione dei meccanismi. Questo consente un perfetto piano di planarità, a cui le successive teste spatolanti tangenziali (come la PLT6) aggiungeranno solo l’azzeramento dei microsolchi superficiali con effetto di lucidatura.

Premessa: formati a partire dal 1200x1200 mm non consentono la calibratura dello spessore. La tecnologia lastre non richiede calibratura dello spessore. GRES PORCELLANATO SMALTATO GRES PORCELLANATO TECNICO
LEVIGA 1 Levigatura lieve su cristallina o smalto miscelato con cristallina Levigatura lieve
Asportazione superficiale 0,2 / 0,5 mm 0,2 mm
Gloss 65-70 60-65
LEVIGA 2
La lappatura come ciclo finale di lucidatura ci dimostra che la levigatura è già compresa.
Lappatura Lappatura
Asportazione superficiale 0,1 mm 0,1 mm
Asportazione complessiva 0,3 / 0,5 0,3 mm
Gloss finali 70 / 80 65 / 70
Piastrella da tecnologia tradizionale
Effetto “lake mirror”
Minimo spessore cristallina asportabile 1,0 mm Asportazione
0,6/0,8 mm
Probabile necessità di calibratura spessore
Piastrella da tecnologia lastre
Effetto “lake mirror”
Minimo spessore cristallina asportabile 0,5 mm Asportazione
>0,2/0,4 mm

BMR è in grado di effettuare anche successivi processi di trattamento superficiale: generalmente, il primo è quello del decapaggio acido, effettuato per escludere eventuali ombreggiature derivanti dai lavaggi dopo posa con detergenti aggressivi. Per i trattamenti successivi, a seconda delle diverse tipologie di superfici, BMR offre due diverse soluzioni: TopCoat (che conserva i Gloss di lucentezza originale) e SuperShine, macchina per trattamento ad alta tecnologia che effettua una lavorazione termo-meccanica in grado di incrementare di 30 punti e oltre il grado di Gloss proveniente dalla lappatura.