Spotlight

Più sostenibilità anche negli inchiostri a base organica

30/07/2020

La serie eKo sviluppata nei laboratori del Gruppo Colorobbia è una nuova generazione di inchiostri digitali a base organica, progettata per le industrie ceramiche che, oggi, ricercano la massima efficienza produttiva con il minimo impatto ambientale.

Colorobbia (Sovigliana Vinci, Italy)

La serie eKo sviluppata nei laboratori del Gruppo Colorobbia è una nuova generazione di inchiostri digitali a base organica, progettata per le industrie ceramiche che, oggi, ricercano la massima efficienza produttiva con il minimo impatto ambientale.

Le attuali tendenze di consumo indicano nell’eco-sostenibilità una delle maggiori leve nel processo di acquisto di prodotti ceramici. Anche per un brand di piastrelle, la sensibilità ambientale rappresenta quindi un valore aggiunto crescente e caratterizzante che, insieme all'eleganza, alla durata e alla funzionalità dei prodotti, è garanzia di successo.

Su questo terreno, Colorobbia è da sempre un punto di riferimento nel processo di miglioramento tecnologico dei processi produttivi: l’obiettivo è garantire maggiore salubrità, contrastare gli effetti del cambiamento climatico del pianeta e quindi offrire all’utente finale il prodotto richiesto.

Per la decorazione digitale di superfici ceramiche la migliore soluzione ai problemi ambientali restano gli inchiostri a base acqua - come la serie AIR di Colorobbia -, sempre che tale tecnologia offra prestazioni affidabili nell’ambiente ceramico industriale. A tale proposito, la gamma è stata ampliata con la nuova serie eKo, che rappresenta un passaggio intermedio ma immediato, adatto alle attuali macchine digitali.

Con la nuova serie eKo, il Gruppo Colorobbia assicura un utilizzo efficiente dei materiali, garantendo prestazioni e sicurezza ottimali sulle linee di produzione di piastrelle in monocottura.

La gamma di colori e materiali speciali è ampia e garantisce la massima qualità durante tutte le fasi produttive.

Le elevate prestazioni non solo riducono il consumo di inchiostro ma limitano anche l’applicazione delle sostanze organiche. Un esempio è la riduzione del 20% della grammatura di inchiostro che può significare una riduzione del 25% dell'organico e quindi dell’impronta di carbonio lasciata dagli inchiostri.

La natura delle emissioni atmosferiche dei forni, che è senza dubbio correlata alla chimica dei solventi degli inchiostri e alla quantità di organico applicata, dipende anche, tra gli altri fattori, dall'umidità del supporto, dal ciclo di cottura, dall’atmosfera del forno e dalle condizioni meteorologiche esterne - variabili che un colorificio non può controllare. Può invece controllare la composizione dei suoi prodotti digitali, come accade appunto nei laboratori Colorobbia.

A tal riguardo, la nuova serie eKo è formulata con solventi organici di origine vegetale, senza idrocarburi, senza odori e senza eteri glicolici. L’elevata temperatura di decomposizione, unita alla riduzione dell'organico applicato, favoriscono la completa combustione all'interno del forno e abbassano i livelli di formaldeide e degli odori che escono dal condotto del forno.

Oltre alle elevate prestazioni ceramiche, all'utilizzo efficiente dei materiali, alla riduzione delle emissioni nell’atmosfera, con la serie eKo Colorobbia offre una soluzione completa per ridurre al minimo gli sprechi ed eliminare la plastica monouso, in conformità con le nuove normative vigenti nel mercato, fornendo un vantaggio ai propri clienti.

La salvaguardia dell'ambiente e la sicurezza delle persone sono parte integrante del DNA del Gruppo sin dalla sua fondazione nel 1921, a fianco dell’industria ceramica con prodotti di alta qualità ma con lo sguardo rivolto alla sostenibilità ambientale.

tags