Statistiche e mercati

Costruzioni in Nord Africa: Algeria

04/05/2017

A gennaio il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha confermato le sue previsioni di crescita per l’Algeria per il biennio 2016-2017, prevedendo una nuova accelerazione nel 2021. Il PIL del Paese nel 2016 è cresciuto del 3,6%, mentre nel 2017 l’incremento è stimato al 2,9% (+3,4% nel 2021).

Per quanto riguarda il settore delle costruzioni, a fronte del significativo deficit di alloggi a prezzi accessibili ubicati nei centri urbani, il Governo algerino ha intensificato gli sforzi economici mettendo a budget, nel piano quinquennale 2015- 2019, oltre 1,6 milioni di unità abitative entro il 2019.

Nonostante le difficoltà economiche indotte dal forte calo dei prezzi del petrolio, il settore residenziale ha continuato a crescere a ritmi sostenuti, mantenendo le sue promesse sulla consegna dei progetti 2016. Lo scorso novembre il budget dedicato ai progetti di edilizia abitativa ha raggiunto i 426 miliardi di dinari algerini (3,6 miliardi di euro), di cui la metà destinata all’edilizia sociale. Su quest’ultimo fronte il ministro Abdelmadjid Tebboune (Minister of Housing, Urban Planning and the City) si è impegnato a colmare il deficit entro il 2018. Secondo i dati diffusi dal Ministero, nei primi nove mesi del 2016 sono stati consegnati 75.646 alloggi sociali con previsione di chiudere l’anno a quota 100.000 unità. L’ammontare complessivo delle abitazioni (tutte le categorie) inserite nel piano 2016 è stato pari a 300.000.

Tra le altre opere infrastrutturali di rilievo, il nuovo grande porto commerciale algerino ad El Hamdania, circa 80 chilometri a ovest di Algeri, i cui lavori sono iniziati lo scorso marzo. Il progetto, del valore di 3,3 miliardi di dollari, prevede una partnership pubblico-privata tra la Compagnia nazionale algerina dei porti e un paio di aziende cinesi. 

Continua a leggere:

Intro | Egitto | Tunisia | Marocco | Libia

tags