Statistiche e mercati

Costruzioni in Nord Africa: Libia

04/05/2017

Lo scorso ottobre il Primo Ministro libico Abdullah Al-Thinni, ha annunciato un massiccio programma di investimenti infrastrutturali da effettuare a Tobruk, città portuale situata nella parte orientale del Paese. I progetti comprendono la costruzione del porto più grande del Paese, un aeroporto, una ferrovia di 1000 km (già in corso di realizzazione) a sud, lungo il confine con Egitto e Sudan, 10.000 case, un ospedale con 300 posti letto e una Università. L’intero progetto, del valore di 36 milioni di dollari, sarà realizzato da un consorzio di investitori cinesi entro 3 anni.

Il Ministro dei Trasporti Milad Matoog ha invece reso noto che nei primi mesi del 2017 una società italiana comincerà i lavori per la ricostruzione del Tripoli International Airport (TIA).

Tra gli altri progetti, la nuova sede del National Oil Corporation (NOC) a Bengasi, curata dallo studio di architettura 3XKO di Istanbul. La costruzione, che si svilupperà su 15.000 mq, comprenderà 7 edifici, di cui 4 previsti all’interno del primo step operativo, realizzati secondo i criteri di sostenibilità ed efficienza energetica.

Importanti novità anche per le città di Sirte e Sebha, semidistrutte dalla guerra. Lo scorso dicembre, infatti, una commissione riunitasi appositamente nell’ambito del progetto Stabilization Facility for Libya (SFL), ha deciso di destinare alle due località un importo pari a 10 milioni di dollari per i settori sanità, istruzione, energia e idrico.

Sirte, che beneficerà di 7,6 milioni di dollari, vedrà la ricostruzione del Ibn Sina Hospital oltre a due nuove scuole e alla fornitura di generatori di energia. La città meridionale di Sebha riceverà invece 2 milioni di dollari da destinarsi principalmente all’approvvigionamento idrico e a nuovi servizi all’interno dell’ospedale esistente.

Continua a leggere:

Intro | Algeria | Egitto | Marocco | Tunisia

tags